Title Image

Dalla culla al letto: un cambiamento importante!

Troppo spesso i genitori si affrettano a far passare il loro bambino dalla culla in un letto, come se fosse un segno di successo o maturità. La realtà è che molto spesso può essere un errore accelerare questo processo, perché ai bambini piccoli potrebbe mancare la sensazione di accogliente contenimento della loro culla.

Oppure potrebbero iniziare ad alzarsi continuamente durante la notte, portando così i genitori a chiudere la porta, col rischio di provocare lacrime e scoppi d’ira proprio nel momento meno opportuno, ossia prima della nanna.

La culla è la soluzione perfetta per dormire fino almeno ai due anni e mezzo/tre, momento in cui un bambino acquisisce le capacità cognitive e verbali per capire le regole del “letto grande”.
Non sempre i bambini seguono la nostra agenda però! Può capitare che inizino ad arrampicarsi per uscire dalla culla… In questo caso si può tentare di dissuaderli rendendo la salita più dura, magari abbassando il materasso e rimuovendo dalla culla i giocattoli più grandi che potrebbero fungere da trampolino. Si può anche provare a far dormire il bambino con una lunga maglietta o una camicia da notte, che gli renderà più difficile arrampicarsi. Meglio comunque mettere dei cuscini a terra per sicurezza nel caso in cui tenti il salto in alto in stile olimpico!

Se comunque fosse arrivato il momento giusto per passare al letto, la prima cosa da fare è coinvolgere il bambino nella “transizione”: chiedendo a lui di scegliere le lenzuola che preferisce, i peluche e i giochi con cui dormirà e cominciando a farlo abituare all’idea almeno un paio di settimane prima dell’effettivo cambiamento.

È importante che stabiliate la routine del sonno nel nuovo letto. Magari divertendovi a creare con vostro figlio un poster da insieme, coinvolgendolo il più possibile nei vari passaggi di avvicinamento alla nanna nel nuovo letto, illustrandola con foto o disegni che potrà capire anche lui (e non a parole): “Vuoi due o tre libri?”, “Vuoi mettere i tuoi pigiami prima o dopo esserti lavato i denti?”. Più scelte gli permetterete, più è probabile che si conformerà e si sentirà indipendente. L’ultima regola dovrebbe essere “Sto zitto nel letto fino a quando l’orologio non mi dice che va bene svegliarsi o fino a quando mamma e papà mi svegliano.”

La posizione del letto dovrebbe il più possibile rispettare quella precedente della culla. Nessuno ama i cambiamenti improvvisi e imposti, e l’età c’entra ben poco!
A questo punto l’ultimo passo da fare è rendere la stanza del bambino sicura, accertandosi che i mobili siano attaccati al muro e che non ci sia modo di farsi male anche se dovesse vagare da solo per la stanza.
Quando tutto è pronto è importante decidere il giorno giusto per fare il passo e non tornare indietro.
Durante le prime notti nel letto grande meglio stare vicino alla camera del bimbo nel momento in cui si coricherà, anche per rassicurarlo se chiama. E se dovesse uscire dalla sua stanza, la cosa da fare è riportarlo rapidamente e silenziosamente indietro, rimetterlo a letto e ricordagli che vi aspettate che ci rimanga per tutta la notte.

Ricordate però che ogni bambino è diverso ed è importante ascoltare gli spunti che dà. Ciò che può aver funzionato per un figlio non funziona necessariamente per i suoi fratelli. Regole chiare e impegno dei genitori sono essenziali per il passaggio dalla culla al letto, ma vanno mescolati liberamente con tanto amore, coccole e baci!

No Comments

Post a Comment

Scrivici su WhatsApp
Ciao! Prenota qui la consulenza gratuita
Ciao!
Ciao! Scrivi per prenotare la tua consulenza gratuita di 15 minuti.
Ti risponderemo il prima possibile.

    PRENOTA QUI LA TUA CONSULENZA GRATUITA DI 15 MINUTI

    Problemi di nanna o con lo spannolinamento? Saremo felici di aiutarti