Title Image

Il Ciuccio Aiuta il Sonno dei Bambini?

Il ciuccio è certamente un grande oggetto di conforto.

I bambini trovano nel ciuccio un riparo, una consolazione alle loro frustrazioni e una coccola.

Il ciuccio può aiutare durante i primi mesi di vita del bambino soprattutto perché abbassa i livelli di stress, fa sentire protetto il bambino e la suzione diminuisce il rischio di SIDS (Sudden Infant Death Syndrome o morte in culla). Se volete più informazioni le trovate qui

Nonostante queste premesse se il bambino ha 4-5 mesi di vita e non ha mai cercato il ciuccio non è auspicabile farlo iniziare a questa età e ora vediamo insieme perché.

 

Il ciuccio e i microrisvegli

Il ciuccio non interferisce con i ritmi di sonno del bambino anzi la sua suzione dona tranquillità durante la notte.

Tuttavia cosa accade durante i microrisvegli in cui il bambino ha perso il ciuccio? Cercherà la mamma o il papà per

recuperarlo. La chiave è sempre nel momento della buonanotte: se il bambino si abitua ad addormentarsi con il ciuccio lo reclamerà piangendo nel corso della notte quando lo perde. Pensi a come ti potresti sentire se qualcuno ti toglie il cuscino per la testa mentre dormi?

 

Come rimediare se il bambino usa il ciuccio e lo perde durante la notte?

Un piccolo percorso può venire in nostro soccorso se ci troviamo nella situazione in cui il bambino è abituato al ciuccio e quando lo perde durante un microrisveglio ha bisogno del vostro aiuto per trovarlo.

 

1- Mettete il ciuccio direttamente nella mano del bambino

Questo “allena” e abitua il bambino a metterselo in bocca da solo e sarà quindi più facile per lui farlo di notte;

2- Quando è nella culla iniziate a indicare il ciuccio

Potete come secondo step guidare in modo dolce la sua manina verso il ciuccio aiutandolo soprattutto all’inizio;

3- Indicare il ciuccio e basta

Il terzo passaggio consiste nell’indicare e basta il ciuccio e progressivamente il bambino imparerà a prenderlo da solo e metterlo in bocca.

 

Un piccolo “trucco” potrebbe essere quello infine di disseminare vari ciucci nel lettino in modo che sia più facile per loro trovarli e recuperarli in modo autonomo.

 

Il ciuccio va tolto?

A livello psico-emotivo è davvero importante che il ciuccio non diventi, soprattutto verso i 24 mesi di vita, l’unico strumento con cui il bambino si consola. È infatti vero che il ciuccio dà serenità e calma ma non deve diventare il sostituto di risoluzione delle ansie e delle paure che il bambino prova.

 

“Il ciuccio è un grande alleato per le mamme che allattano… come fare quindi a toglierlo?

Come descritto precedentemente il ciuccio è molto utile perché è un modo attraverso il quale il bambino si consola e si rassicura. Ma il ciuccio non potrà essere utilizzato per sempre e entro i 3 anni di vita è fortemente consigliato toglierlo soprattutto per non incorrere in problemi di malocclusione dentale.

Il seno e il ciuccio non possono diventare gli unici modi per consolare il bambino per questo è necessario cercare altri modi. E certae l’aiuto del papa! Speso i papa se sentano un po “inutile” intornal a l’alatamento ed MOLTO importante per la mamma di fare delle pause e di lascire il papa trovare modo SUO per calmare il bambino.

Infatti spesso quello che accade con il ciuccio accade anche con il seno: viene cercato come conforto e non solo come fonte di nutrimento anche e soprattutto durante i risvegli notturni.

 

Come trovare altri modi di coccolare il bambino

Si può partire dedicandosi durante il giorno (ma anche durante la notte) a coccole, abbracci e tenere stretto il bambino, anche nel lettone giratelo di schiena e abbracciatelo in modo che sia a contatto con il vostro cuore.

Provate a trovare il vostro modo personale, solo voi conoscete il vostro rapporto speciale con vostro figlio, scegliete il vostro rituale così che sia un altro modo per calmarlo e rassicurarlo nei momenti in cui è spaventato o agitato. Insomma fate sentire la vostra presenza amorevole e create altre risorse per gestire gli stati emotivi spiacevoli del vostro bambino.

No Comments

Post a Comment

Scrivici su WhatsApp
Ciao! Prenota qui la consulenza gratuita
Ciao!
Ciao! Scrivi per prenotare la tua consulenza gratuita di 15 minuti.
Ti risponderemo il prima possibile.

    PRENOTA QUI LA TUA CONSULENZA GRATUITA DI 15 MINUTI

    Problemi di nanna o con lo spannolinamento? Saremo felici di aiutarti