Title Image

Tutti i Segreti del Pisolino

Genitori, credetemi! La notte non è l’unico momento in cui dovremmo preoccuparci del sonno del nostro bambino. I pisolini infatti sono incredibilmente importanti per neonati e bambini piccoli, ma le abitudini che li regolano cambiano costantemente, il che può indurre i genitori a credere che il loro bambino non sia stanco o che sia pronto a rinunciare prematuramente ai pisolini. Ma non sempre è così. Ecco alcune nozioni di base sul pisolino che si applicano a ogni bambino.

Da neonato a 5 mesi

I neonati hanno bisogno di dormire il più possibile, per questo fanno molti pisolini: da 4 a 5 pisolini al giorno è assolutamente comune.

6 a 8 mesi

A questa età la maggior parte dei bambini necessita di 2/3 pisolini al giorno. In teoria un pisolino mattutino, un pisolino pomeridiano e un pisolino nel tardo pomeriggio per aiutarli a colmare il divario tra la nanna e la nanna. È importante che questi momenti siano garantiti ogni giorno, per evitare che il bambino sia troppo stanco per andare a nanna la sera.

9 mesi a 12 mesi

La maggior parte dei bambini rinuncia al pisolino nel tardo pomeriggio tra i 9 e 18 mesi. Inoltre scoprirete che il pisolino mattutino del vostro bambino si accorcerà e sarà integrato da un pisolino pomeridiano più lungo, che inizia circa tre ore dopo la fine del pisolino mattutino.

13 mesi a 18 mesi

Tra 13 e 18 mesi, la maggior parte dei bambini fa una transizione naturale da due pisolini a uno. Questo pisolino è di solito un pisolino pomeridiano di 2 ore, subito dopo pranzo.

18 mesi e oltre

Il bambino continuerà con il suo modello di pisolino fino a quando non sarà pronto per il passaggio al “tempo di riposo”. Di norma i bambini smettono di fare un pisolino tra i 3 e i 4 anni. Molti bambini iniziano a rinunciare lentamente ai loro pisolini e la transizione potrebbe durare qualche tempo. Non date per scontato che, poiché vostro figlio non ha fatto un pisolino ieri, oggi non avrà bisogno di un pisolino. Continuate ad offrirgli l’opzione del pisolino, con un ambiente che induce il sonno.

Ecco alcune finestre medie di veglia per età. Ossia: “per quanto tempo potete aspettarvi che il vostro bambino rimanga sveglio tra due momenti di nanna senza tracollare!”

• 3 mesi: ha solo una finestra di 1-2 ore di veglia.
• 6 mesi: la finestra della veglia è di 1,5–3 ore.
• 9 mesi: la finestra della veglia è di 2-4 ore.
• 12 mesi: la finestra della veglia è di 3-4 ore.
• 18 mesi: la finestra della veglia è di 4-6 ore.
• 2 anni: la finestra della veglia è di 5-6,5 ore.
• 3 anni: la finestra della veglia è di 6-8 ore.
• 4 anni: la finestra della veglia è di 6-12 ore.

I tempi sopra indicati sono medie relative a bambini che dormono tutta la notte. Il modo in cui un bambino fa un pisolino dipende da come dorme di notte. Assicuratevi che vostro figlio stia dormendo abbastanza e fate attenzione alla sua finestra di veglia, cercando di assicurarvi di iniziare la routine del sonno almeno 30 minuti prima che scada la finestra della veglia per evitare il tracollo!

Non tutti i pisolini sono uguali, però! Un “pisolino disastroso” è qualsiasi pisolino di durata inferiore a 45 minuti, perché non comporta un ciclo di sonno completo. In questo caso i bambini si svegliano spesso irritabili e ancora stanchi, piuttosto che rinfrescati.

Se il vostro bambino resiste ai sonnellini e si avvicina a un’”età di transizione” potrebbe essere una buona idea modificare la routine del pisolino, magari programmandolo a un’ora diversa della giornata. È comunque importante continuare a tenere duro e regolare i momenti di sonno e veglia di vostro figlio. Rispettare le finestre della veglia, cercare segni di stanchezza e rimanere coerenti con la routine del bambino contribuirà a garantire che dorma a sufficienza durante la notte.

Anche i bambini più grandi hanno bisogno di tempo tranquillo, perché ogni giornata gli dà una miriade di esperienze da elaborare, analizzare e cose a cui pensare. Per questo, anche se i bambini hanno smesso di fare un sonnellino pomeridiano, hanno comunque bisogno di un periodo di silenzio che li aiuti a resettarsi a metà giornata. Per assicurarvi che il tempo tranquillo passi senza intoppi, provate a introdurlo gradualmente. Stabilite le regole di base – niente tecnologia, solo determinate attività consentite, dopo quanto tempo si può uscire dalla stanza, ecc. – e attenetevi ad esse. Quando si parla di bambini e riposo, l’abitudine è la nostra più grande alleata!

No Comments

Post a Comment

Scrivici su WhatsApp
Ciao! Prenota qui la consulenza gratuita
Ciao!
Ciao! Scrivi per prenotare la tua consulenza gratuita di 15 minuti.
Ti risponderemo il prima possibile.

    PRENOTA QUI LA TUA CONSULENZA GRATUITA DI 15 MINUTI

    Problemi di nanna o con lo spannolinamento? Saremo felici di aiutarti